I CAMPIONI DI DOMANI SI ALLENANO CON ROLLERI

Sulle pagine di Prima Bergamo đź—ž il giornalista Dino Ferdinando Ubiali racconta il Metodo Crescere Portiere – Leadership School per Giovani Portieri.

“Sono arrivati da ogni parte d’Italia e anche dall’estero, ragazzi dai 7 ai 17 anni, alla Masterclass Crescere Portiere al centro sportivo comunale di Mozzo Sporting Club “La Rabona”.

Ragazzi che vogliono diventare numeri “uno” in tutti i sensi.

Cosa attira queste giovani leve che potrebbero scegliere il ruolo di attaccante o la difesa ma rimangono affascinati dai guantoni e la maglia numero uno?

“Ognuno ha le sue motivazioni molto personali – ci spiega l’ideatore del Metodo per lo Sviluppo della Leadership dei Giovani Portieri, il bergamasco Daniele Rolleri – che da piccolo appena preso in mano il pallone ho detto “io sono un portiere”.

Determinazione, forza di volontà e Rolleri entra in squadre blasonate con la maglia numero uno fino alle giovanili dell’Atalanta.

“Nel settore professionistico ho conosciuto le leggi non scritte della vita che mi hanno aiutato a crescere come persona e come giocatore”.

Ricordi belli ma anche lavoro duro perché le società di prima grandezza non lasciano spazio al puro e semplice divertimento: “Qui ho sviluppato la capacità di gestire la pressione della partita con grandi squadre molto competitive, dove a 11 anni vedi negli occhi dei compagni la malizia, la leadership e una mentalità da Cyborg.

La squadre vuole da te sempre una prestazione al top perché il divertimento non è giocare al pallone ma come hai raggiunto il risultato giocando al pallone.

Ricordo una volta che dopo un primo tempo deludente sono uscito dal campo ridacchiando e l’allenatore mi ha richiamato: “Cosa c’é da ridere? Stiamo perdendo. Qui siamo nei professionisti non all’oratorio”.

Quindi per Rolleri il calcio vero é mentalità, controllo delle emozioni non solo nel gioco ma anche nel confronto con gli adulti siano essi allenatori o dirigenti.”

Poi arriva il giorno della svolta nella carriera di Daniele Rolleri.

“Avevo tredici anni, era finito il campionato e sapevo che la selezione era spietata e che pochi sarebbero stati confermati per la stagione successiva. Durante un festa di fine stagione ho scoperto che non ero nella rosa dei confermati.

Il mondo mi è crollato addosso e sono rimasto da solo davanti a tutti in lacrime.”

Dopo un primo momento di delusione, porta Rolleri, grazie alla sua esperienza blasonata a entrare direttamente in campionati di eccellenza fino alla serie D.

Rolleri poi laureato in marketing, lingue e comunicazione, nel 2015 decide di fondare il “Metodo Crescere Portiere” il primo e unico metodo proposto in Italia per lo sviluppo della leadership del giovane portiere.

“Il portiere e’ uno dei leader della squadra e questa caratteristica può essere innata o allenata con un metodo professionale.

Creare una leadership d’acciaio con una visione complessiva a 360 gradi, minuto per minuto del gioco in campo, aiuta il giovane portiere ad essere di grande aiuto al team nello sviluppo della partita.

Di fatto, l’80% e’ mentalità vincente, il rimanente 20% è abilità tra i pali.

 

La mia proposta nasce perché, nei vari settori dilettantistici mancano figure professionali nella crescita e nella formazione mentale e caratteriale dei giovani portieri.”

A supporto delle suo metodo poi Rolleri ha scritto il libro “A porte in faccia” che ripercorre la sua vita sportiva e delinea le novità del suo metodo con una guida sicura per i genitori dei giovani portieri.

Infatti, il suo libro si focalizza si questo concetto: “Come ho reinventato la mia vita dopo numerose porte in faccia e perché ho deciso di dedicarla alla formazione dei giovani portieri”.

Inoltre sul suo portale www.rolleflix.com (la prima piattaforma italiana dedicata alla formazione on demand del giovane portiere) ci sono i corsi online, “un pò come una serie di Netflix di 40 puntate in una sola stagione” per gli atleti registrati, in cui hanno spazi di lavoro privati one to one con Rolleri per il loro sviluppo caratteriale e mentale.

Poi trascorre mesi in Inghilterra e negli Stati Uniti D’America (Los Angeles) per seguire i ragazzi che stanno lavorando con lui tramite il portale, per misurarne dal vivo l’efficacia e la crescita.

“A Mozzo ogni ragazzo, alloggiato per il periodo della Masterclass al Bes Hotel dietro il centro sportivo e ognuno ha un formatore qualificato privato con cui alterna sedute in aula e sul campo.”

Tutto questo per diventare una volta per tutte numeri uno in campo e nella vita di tutti i giorni.

Se vuoi conoscere qualcosa di più sul Metodo Crescere Portiere e su Daniele Rolleri vai in internet e digita www.crescereportiere.it o chiama il suo staff al numero 3505205325.”

Fuoco, Forza, Fede

Daniele

Primo esperto nello sviluppo della leadership del giovane portiere

I commenti sono chiusi.