DANIELE ROLLERI INTERVISTATO IN ESCLUSIVA DA RADIO PIANETA

Il creatore del Metodo Crescere Portiere racconta la sua storia: dall’origine del metodo alla creazione del Primo Centro di Allenamento.

figlio

Sono passati diversi anni da quel 1992 quando mia nonna esausta di vedermi rompere continuamente vasi e vetri in cortile mi trascina con la sua bicicletta rossa al campetto del paese.

Ed è proprio in quel campetto che nasco portiere.

Nasce dentro di me il coraggio di assumermi la grande responsabilità di decidere il risultato di una partita in positivo e in negativo.

A soli 8 anni costruisco la mia responsabilità e nel giro di pochi anni diventa amore, missione, consapevolezza di diventare un portiere di Serie A.

Fortunatamente, la squadra professionistica della mia città mi nota lì in mezzo a migliaia di giovani portieri della provincia e mi prende in una delle sue squadre del settore giovanile.

Il mio sogno si sta realizzando.

Gioco e mi alleno con calciatori che oggi segnano la storia del calcio moderno e credo di arrivarci anche io… con sacrificio e volontà.

Sembra tutto bello ma ad un tratto…

Durante il discorso di fine stagione l’allenatore annuncia che non sono più il portiere della squadra e il mio sogno si infrange dentro quelle parole così fredde quanto terribili.

Fatico a riprendermi da questa grande batosta.

Sono lasciato completamente solo.

Solo nel dilettantismo, senza alcuna figura che mi alleni per crescere come portiere.

Ma prima di tutto che riesce a ricompattarmi il cuore andato in mille pezzi.

Ho bisogno di una persona specializzata nella mia crescita tra i pali che prima mi formi come “uomo” e poi tecnicamente come portiere.

Nel dilettantismo però non c’è nessuno di competente: o anziani che si improvvisano allenatori, giovincelli alle prime armi o qualche organizzazione di preparatori che allenano solo la tecnica.

Ehy!!! Io sono un ragazzo prima di essere un portiere… mi sentite???

 

Nulla, né le società dilettantistiche né preparatori improvvisati sentono questa mia esigenza.

Cresco allora con questo grande DEFICIT CARATTERIALE che non mi permette di avere una seconda chance per rientrare nel professionismo.

Sprofondo nelle categorie del dilettantismo fino a quando non ce la faccio più.

Ormai supero i 3o anni e tutti i miei compagni, giovani portieri che si sono susseguiti negli anni arrivano sempre anche loro con questo forte DEFICIT CARATTERIALE.

Come è possibile?

Di chi è la responsabilità?

Di certo non mia… ma di società dilettantistiche che non sanno come crescere i giovani portieri e di associazioni di preparatori dei portieri che sono innamorati solo della tecnica.

Pertanto, ora la responsabilità è solo mia se non studio qualcosa di diverso per risolvere una volta per tutte questo problema.

Giro, analizzo, immagazzino dati e verifico l’andamento della crescita dei giovani portieri in Italia.

Come siamo messi oggi non va affatto bene.

Decodifico tutto ciò che i preparatori tradizionali e scuole portieri improvvisate propongono là fuori e arrivo alla conclusione che l’area scoperta del loro lavoro sta appunto nella CRESCITA CARATTERIALE DEL GIOVANE PORTIERE.

Ciò detto, chiamo a supporto diversi numeri uno che hanno giocato e allenato in SERIE A e insieme a loro ideiamo il METODO CERTO FOCALIZZATO SULLA CRESCITA CARATTERIALE DEL GIOVANE PORTIERE.

Chiaramente, uniamo agli aspetti dell’aumento della Leadership del giovane portiere tutti gli strumenti tecnici per migliorare le sue doti naturali.

Il RISULTATO STRAORDINARIO che otteniamo oggi con il METODO è vedere ragazzi che camminano con le loro gambe e sono forti e sicuro come dei veri numeri uno in campo e nella vita di tutti i giorni.

Come me tanti portieri si ritrovano come è successo a me in passato ma la fortuna che mi riconoscono è che hanno a disposizione finalmente un metodo che accorcia il tempo per raggiungere il sogno di arrivare a giocare in Serie A, dando loro una seconda possibilità che da altre parti avrebbe sicuramente perso per sempre.

PER ASCOLTARE TUTTA LA STORIA CHE HO RACCONTATO IN ESCLUSIVA A RADIO PIANETA, IL MIO INVITO È DI INSERIRE SUBITO LA TUA MAIL QUI SOTTO:

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Leggi la nostra Privacy Policy


Daniele Rolleri
Il primo istruttore specializzato nella crescita e nella formazione dei giovani portieri

I commenti sono chiusi.